Servizi print

OPERA DI CAPTAZIONE:

La costruzione dell’opera di captazione, galleria che si estende per circa ml. 300 nel cuore della montagna, fu iniziata dalla Regione Marche Servizio Decentrato OO.PP. e Difesa del Suolo di Macerata nell’anno 1976 e completata con la realizzazione di fori drenanti all’interno del Camerone principale nel 1992.

Attualmente l’Acquedotto del Nera si estende per circa Km. 40 fino in prossimità del lago di Borgiano (Caccamo) con la realizzazione di ben sei gallerie, necessarie per superare i centri abitati di Castelsantangelo, Visso ed il valico delle Fornaci.

OPERA IN LINEA:

Il completamento dell'intero schemo idrico richiede investimenti per complessivi 45 milioni di euro, in 4 lotti.

- 1°lotto di 10.200.000 euro: lavori per la realizzazione dell'acquedotto lungo il Potenza con alimentazione dei comuni di Treia, Macerata, Appignano, Montecassiano e Montefano;

- 2°lotto di 12.800.000 euro: lavori per la realizzazione dell'acquedotto lungo il Chienti con alimentazione dei comuni di Pollenza, Corridonia e Morrovalle;

- 3°lotto di 10.200.000 euro: lavori per la continuazione della realizzazione dell'acquedotto lungo il Potenza con alimentazione dei comuni di Recanati, Montelupone, Potenza Picena e Porto Recanati;

- 4°lotto di 11.800.000 euro: lavori di completamento dell'ultima tratta dell'acquedotto con alimentazione dei comuni di Loreto, Osimo, Castelfidardo e Numana; allaccio idrico, lungo la vallata del Chienti, per i comuni di Montecosaro e Civitanova Marche.

Per la copertura finanziaria dell'investimento è prevista l'assunzione di mutui a lungo termine contratti dalla Società e la cui garanzia è assicurata dal Piano d'Ambito dell'Ato 3 Centro Marche.

Nel Corso del 2008 continueranno i lavori di costruzione della condotta fino alla Contrada Bura (2° stralcio, ditta Consorzio Idrotecna di Roma) che, presumibilmente entro il primo semestre del 2009, assicurerà l'alimentazione integrativa, con le portate previste in dotazione, anche ai comuni di San Severino Marche e Macerata, oltre ai tre comuni già serviti (Tolentino,Caldarola e Belforte del Chienti).
Verrà altresi ultimata la progettazione dei singoli lotti funzionali con successivo affidamento in appalto dei relativi lavori.

E' necessario segnalare l'importanza che ha per il completamento e la funzionalità dell'opera ottenere certezza da parte della Regione Marche in ordine alla quantità dell'acqua in concessione alla Società.

Noi forniamo buona acqua e questo deve rimanere prioritario: la qualità dell'acqua è un efficace strumento di prevenzione e incide direttamente sulla qualità della vita.